Giuseppe Cristinelli

Architetto

STUDIO DI FATTIBILITÀ PER IL RESTAURO E LA VALORIZZAZIONE DELLA CHIESA DELLE TERESE, Venezia - 2014

L’attività ha riguardato uno studio di fattibilità per il restauro e la valorizzazione dell’inutilizzata Chiesa delle Terese nel sestiere di Dorsoduro a Venezia, con la previsione del riuso della chiesa e di parte del convento per attività di tipo culturale, nel pieno rispetto dei valori monumentali del complesso.

INCARICO DI DIREZIONE LAVORI PER UN INTERVENTO DI MANUTENZIONE STRAORDINARIA IN UN EDIFICIO A SAN SAMUELE, Venezia, San Marco - 2013

L’intervento ha interessato un appartamento posto al terzo piano di un edificio nel sestiere di San Marco a Venezia e ha riguardato la revisione del distributivo interno, la realizzazione di nuovi impianti meccanici e il successivo riaccatastamento dell’immobile.

PROGETTO PRELIMINARE PER LA REALIZZAZIONE DI UNA COPERTURA MOBILE NEL CASTELLO ESTENSE DI FERRARA, Ferrara - 2011

Il progetto preliminare, redatto a seguito dell’aggiudicazione di una gara presso la Provincia di Ferrara, prevedeva il collocamento di una struttura amovibile che permettesse la copertura del cortile centrale del Castello. Il tema progettuale è stato studiato non solo sotto il profilo architettonico, ma anche dal punto di vista strutturale, per garantire la totale indipendenza del manufatto nei confronti della fabbrica storica. Il progetto non ha trovato seguito a causa degli eventi sismici del 2012.

INTERVENTO DI RISTRUTTURAZIONE E RESTAURO DI UN APPARTAMENTO ALL’INTERNO DI UN PALAZZO CINQUECENTESCO IN SAN POLO, Venezia, San Polo - 2009

L’incarico di progettazione e direzione lavori ha riguardato il restauro dell’appartamento, con particolare riferimento alla pavimentazione in terrazzo alla veneziana che risultava particolarmente degradata, e la revisione del distributivo interno per l’inserimento di una nuova camera e di nuovi servizi.

PALAZZO MOROSINI ALLA SALUTE, Venezia - 2000

Trattasi di tre corpi edilizi compattati da una destinazione d’uso alberghiera . ll progetto prevedeva una profonda revisione del distributivo, tesa all’individuazione di soluzioni più adeguate alla destinazione d’uso e nel contempo rispettose dei distributivi originari.

EDIFICIO DENOMINATO TORRE DEI PILOTI AGLI ALBERONI, Venezia - 1996

Negli spazi interni della costruzione, il progetto di massima prevedeva di ricavare una residenza per le vacanze.

PALAZZO DA PORTO FESTA, Vicenza - 1996

L’incarico è consistito in uno studio approfondito del palazzo, teso a dimostrare la correttezza di una nuova architettura accanto al prestigioso edificio palladiano, in quanto coerente, oltre che con gli strumenti del piano particolareggiato, anche con il significato morfologico degli spazi attorno alla grande emergenza monumentale.

STRAORDINARIA MANUTENZIONE DI UN EDIFICIO SUL CANAL GRANDE IN DORSODURO 2796, Venezia - 1991

L’incarico prevedeva lo studio dell’impianto edilizio e delle sue trasformazioni, finalizzato alla destinazione d’uso residenziale.

PROGETTO DI CONVERSIONE DELLA PRIMA ZONA INDUSTRIALE DI PORTO MARGHERA A VENEZIA: DA INDUSTRIA AD ATTIVITA' DEL TERZIARIO, Porto Marghera, Venezia - 1991

L’attività ha riguardato uno studio di fattibilità per il progetto urbanistico di conversione della Prima zona Industriale di Porto Marghera che si colloca in prossimità del Viale della Libertà e della linea ferroviaria, sul bordo lagunare, al limite del Canale Vittorio Emanuele, e ha una superficie complessiva di 370.000 mq. Lo studio affronta il tema della conversione delle aree dismesse e della progettazione dei vuoti urbani, come questione centrale per la ricostruzione di quelle parti della città in cui le funzioni esistenti non son più compatibili con la loro localizzazione. Nello specifico l’ipotesi d’intervento è basata sulla proposta di variante al P.R.G. per convertire la destinazione d’uso dell’area da “zona industriale” in “zona per attrezzature economiche varie di complemento o di espansione” e inserire diverse attività tra cui un centro direzionale e un ipermercato.

CÀ SALOMON IN RIO DI NOALE, Venezia - 1989

L’incarico prevedeva il restauro della facciata del prestigioso edificio gotico e l’adeguamento del distributivo del primo piano nobile alla funzione residenziale, nel rispetto delle connotazioni distributivo- tipologiche del fabbricato.

RESTAURO AL PIANO TERRA DI CÀ MOCENIGO CASE NOVE A SAN MARCO , Venezia - 1989

Il progetto riguardava il riassetto del distributivo del piano terra del monumentale edificio.

LAVORI DI STRAORDINARIA MANUTENZIONE IN DORSODURO 2612, Venezia - 1988

L’edificio settecentesco a tre piani fuori terra affaccia su Campo dei Carmini e sul rio omonimo. Il progetto, su incarico dei proprietari, ha previsto interventi di restauro delle facciate e di adeguamento del distributivo ai vari piani.

CASA A BLOCCO SEICENTESCA IN CAMPO SAN BASEGIO, DORSODURO 1511-22, Venezia - 1988

Il progetto di massima prevedeva la verifica della destinazione d’uso residenziale in un appartamento al primo piano all’angolo fra Campo San Basegio e l’omonimo rio.

PALAZZO BIZANTINO IN CAMPIELLO DEL REMER, Venezia - 1987

L’incarico prevedeva lo studio del riassetto distributivo dell’edificio di impianto veneto bizantino del XIII secolo.

CINEMA MODERNO IN CAMPO SANTA MARGHERITA, Venezia - 1986

Il progetto ha previsto il consolidamento delle strutture degli spazi del cinematografo e il loro utilizzo per la nuova destinazione d’uso a supermercato.

CÀ CORRER CASA DI ROMANIA A SANTA FOSCA, Venezia - 1986

L’incarico era finalizzato alla stesura di un progetto di massima con destinazione d’uso del palazzo seicentesco ad attività ricreative – culturali.

ISOLA DI SACCA SESSOLA, Venezia - 1986

Nell’isola di Sacca Sessola è stato edificato negli anni trenta del passato secolo un grande complesso ospedaliero per gli ammalati di tubercolosi. Negli anni ottanta il complesso edilizio era abbandonato e degradato. L’incarico prevedeva lo studio di fattibilità per l’inserimento nelle strutture di attrezzature alberghiere e attività annesse.

PROGETTO DI RESTAURO E DIREZIONE LAVORI DI UN PICCOLO EDIFICIO SETTECENTESCO IN RIO MARIN, Venezia - 1984

Su incarico privato, l'intervento si limitava al restauro di una parte di un palazzetto con destinazione d’uso residenziale. L'intervento è stato realizzato.

FORTE SAN MARCO A MALAMOCCO, Venezia - 1983

Lo studio di fattibilità prevedeva l’inserimento di un centro sportivo con attrezzature annesse e servizi per la ristorazione. Il tutto nella totale compatibilità con le strutture edilizie dell’opera difensiva edificata durante il periodo della Repubblica Veneta.

COMPLESSO EDILIZIO DEL CONVENTO DEI CARMELITANI SCALZI , Venezia - 1982

Si tratta del convento dei Carmelitani annesso alla chiesa degli Scalzi alla stazione di Venezia, sul Canal Grande. L’incarico prevedeva la verifica delle condizioni strutturali del complesso e della possibilità di adeguare il distributivo ad una destinazione d’uso alberghiera, nel rispetto delle sue connotazioni monumentali e tipologiche.

CÀ BADOER VIGNOLA IN CAMPO DELLA GUERRA, Venezia - 1982

Il palazzo, tardo settecentesco, affaccia su Campo della Guerra e sul Rio adiacente. L’incarico di consulenza prevedeva lo studio di prefattibilità per un intervento mirato al riordino dell’assetto distributivo.

PALAZZO CORNER IN RIVA DE BIASIO, Venezia - 1981

Al piano nobile del palazzo tardo seicentesco, il progetto di massima verificava le modalità di accoglimento della destinazione d’uso residenziale in modo compatibile con le caratteristiche del distributivo tipologico originario.

CASA DI IMPIANTO MEDIOEVALE IN FREZZARIA , Venezia - 1978

La piccola unità edilizia fa parte di un insediamento tardo-trecentesco nei pressi della Frezzaria a Venezia. L’incarico prevedeva il progetto di massima per un’utilizzazione a residenza compatibile con l’assetto originario tipico dell’edilizia del periodo.

PONTE DEI TRE ARCHI, Venezia - 1978

Progetto di massima per il restauro del ponte, steso per il rettore dell’ Istituto Universitario di Architettura di Venezia, in occasione del dibattito seguito alle intenzioni del Magistrato alle Acque di demolire il ponte e ricostruirlo. Il ponte non è stato demolito ed è stato realizzato il restauro, secondo un progetto steso dagli uffici del Magistrato.

PALAZZO DA MULA MOROSINI SUL CANAL GRANDE, Venezia - 1977

Al secondo piano nobile del quattrocentesco palazzo gotico, il progetto di massima prevedeva una revisione del distributivo a destinazione d’uso residenziale che conservava rigorosamente i tratti tipologici fondamentali dell’edificio.

CASTELLO DI LUNGHEZZA, Roma - 1977

Di antichissima fondazione, il castello comincia ad assumere la fisionomia attuale nel Medioevo, per subire poi interventi fino a tutto l’arco del IXX secolo. Lo stato di conservazione metteva in evidenza problemi di infiltrazione di acque meteoriche e di umidità di risalita. Oltre alla risoluzione di tali problematiche, l’incarico prevedeva il riassetto distributivo di uno dei suoi corpi edilizi.

CASTELLO BORTOLUZZI , Ponte nelle Alpi, Belluno - 1976

Su incarico privato sono stati studiati i modi di utilizzo degli spazi monumentali del castello, realizzato nel 1905 con linguaggio architettonico neogotico. Il progetto prevedeva lo studio di prefattibilità per un utilizzo dell’intero complesso a destinazione di residenza, alberghiera e attività culturali.

CASA POPOLARE SETTECENTESCA AI MIRACOLI, Venezia - 1976

Si tratta di un piccolo blocco edilizio di forma rettangolare di 5 piani fuori terra, di eguale distribuzione planimetrica che, seppur di dimensioni ridottissime (circa 70 mq per piano), fa riferimento al tipo tripartito. Il progetto prevedeva il riutilizzo a residenza ai vari piani e magazzini annessi ai piani terra e il consolidamento delle strutture.

CHIESA DI SANTA MARIA IN VALVERDE A CANNAREGIO, Venezia - 1975

La chiesa di Santa Maria in Valverde, di antichissima fondazione, fu ricostruita nel XIII secolo. L’ attuale facciata venne eretta dal 1651 al 1659 dall’architetto Clemente Moli. Il progetto prevedeva l’utilizzo dello spazio della chiesa sconsacrata per una destinazione d’uso ad attività culturali e ricreative, con interventi di restauro conservativo sulla facciata e sulle finiture interne.

PALAZZO TREVISAN PISANI A SANT’ ANGELO , Venezia - 1973

Il monumentale palazzo prospetta, con la sua facciata tardo barocca, su Campo Sant’ Angelo. L’incarico prevedeva uno studio dei caratteri tipologici distributivi del piano nobile per un riordino dell’assetto distributivo.

PROGETTO DI RESTAURO DI UN EDIFICIO IN PIAZZETTA GARZERIA , Padova - 1969

Nell’edificio, di impianto tardo ottocentesco, il progetto di massima prevedeva le modalità di inserimento di residenza e uffici, in modo da risultare coerente con l’assetto distributivo originario.